Intervista a Giada Gervasi

Oggi intervistiamo Giada Gervasi, Innovation Manager e Project Manager per il progetto Repalnet.

La ditta Relen nel 2020 ha deciso di investire molto in termini di marketing, comunicazione, gestione e coordinamento di questo progetto anche con l’inserimento di nuove risorse.

Siete pronti a scoprire tutto quello a cui stiamo lavorando? Di seguito potete trovare interessanti approfondimenti ed anticipazioni.

Cos’è RePalNet?

Giada: REPALNET sta per “Reused Pallet Network” ed è un Business sviluppato dall’azienda RELEN S.N.C., la quale si propone di dare nuova vita ai Pallet Usati introducendo un processo virtuoso di «economia circolare» a beneficio dell’ambiente ma anche dell’economia delle aziende utilizzatrici di Pallet. Abbiamo realizzato una piattaforma web che viene offerta gratuitamente a tutte le aziende interessate e che permette di gestire un magazzino virtuale capace di abbinare automaticamente le richieste e le offerte di Pallet Usati (di qualsiasi tipo e misura). Le offerte di bancali usati provengono dalle ditte che si occupano del loro recupero/riparazione, ovvero ne effettuano il ritiro presso le aziende manifatturiere che dispongono di pallet in esubero e sarebbero altrimenti costrette a smaltirli come rifiuto a fronte di un esborso economico.
Il nostro progetto permetterà di far risparmiare nell’acquisto di Pallet, di far guadagnare chi vuole rivendere i suoi Pallet Usati e, in aggiunta, aiuterà il nostro ambiente!

Quali sono i prossimi passi?

Giada: Dopo una fase di “test” dell’idea di business, operata in parte fuori sistema e in parte su un prototipo di web portal, siamo pronti a lanciare il nuovo sito ed il nuovo servizio web. Questo ci permetterà di automatizzare i flussi interni di gestione delle richieste ed il loro abbinamento, efficientando il servizio e dandoci la possibilità di gestire una rete sempre più estesa di contatti e dati, così da offrire maggiori e migliori possibilità ai nostri clienti su scala nazionale. Contiamo molto su questo investimento, il portale web è davvero un asset cruciale per il servizio offerto da RePalNet.

Ci spieghi meglio. Come riuscirete ad attirare le aziende su questo servizio?

Giada: Il business funzionerà al meglio solo se verrà compresa l’utilità di sfruttare questo nostro servizio web come “vetrina” per esporre i propri Pallet usati in esubero oppure quelli già recuperati da apposite aziende “riparatrici” ma difficili da piazzare “così come sono” (ovvero senza affrontare costi dello smontaggio e rimontaggio da parte di chi li ha recuperati). Inoltre, può essere anche utilizzato come una “banca dei pallet” da parte dell’ufficio acquisti delle aziende utilizzatrici di Pallet. Registrarsi su questo portale ed entrare a far parte della rete Repalnet non prevede nessun costo, né ora né in futuro. Offre invece molteplici vantaggi che stiamo cercando di evidenziare nelle nostre azioni di comunicazione.

Vi faccio solo alcuni esempi: chi si registra avrà una pagina ed “area” aziendale dove vedrà le sue transazioni completate e, a fronte di questo, visualizzerà il proprio bilancio ecologico e contributo all’ambiente continuamente aggiornato. All’interno ci saranno video e contenuti utili per gestire e accatastare al meglio i propri Pallet, così da mantenere alto il loro valore e possibilmente anche guadagnarne dalla rivendita. Abbiamo inoltre pensato a vari automatismi e meccanismi di machine learning per velocizzare l’interazione con il portale evidenziando subito le offerte di più probabile interesse. Vi state chiedendo cosa rimane a RePalNet? una piccola percentuale ad ogni transazione portata a buon fine, e contiamo di farne molte a vantaggio di tutti!

PI IT02548800305
Tel. 0432 634145
Privacy Policy
Cookie Policy
bancali in legno: Repalnet su fondo nero
bancali in legno Logo Cluster arredo su fondo nero